| 
Gruppi

Gruppi

The Hidden note - Irlanda - Italia Danze irlandesi

Pin It

THE HIDDEN NOTE

 MUSICA E DANZE TRADIZIONALI IRLANDESI

Video: Concerti Zingarìa 2010 - Stage Zingarìa 2010

Foto: Zingarìa 2010

 

Questo collettivo di musicisti inizia a riunirsi regolarmente da ormai tre anni nei pub livornesi prima e fiorentini poi, rincorrendo l'essenza di una tradizione lontana geograficamente ma vicina tanto da essere quotidiano, senza mezze misure: strumenti e scarpe in mano per buttarsi velocemente alle spalle i  chilometri fatti per incontrarsi, dato che la notte è sempre troppo breve.


Per strade differenti ognuno è arrivato all’altro,ciascuno con il proprio bagaglio di esperienze e tunes da scambiare e da arricchire, da mettere al servizio dei passi dei ballerini, un viaggio iniziato e ancora non finito che passa numerose volte dall’Irlanda. E in certe occasioni, è l’Irlanda che passa dall’Italia.

 

The Hidden Note, la nota nascosta: è quella che si cela dentro ogni pezzo. Era stata lì tutto il tempo aspettando di essere scoperta, ogni volta è differente, eppure è proprio quella che da’ sapore e colore, quella che rende sempre nuovo un brano, quella che una volta scovata fa intuire che ce n’è un’altra da trovare…E il gioco ricomincia, e si ricomincia a suonare…e a danzare.

 

 

Mirko Peluso – Danza

È grazie alla passione per il violino e per la musica celtica che si avvicina alle danze.

Frequenta numerosi stages durante le rassegne musicali dedicate all’Isola Verde e intraprende un percorso di studio e ricerca rivolto alla musica e alle danze irlandesi.

Dal 2005 entra a far parte del gruppo di danza Painting Steps. Inizia, così, ad esibirsi regolarmente nei concerti di Whisky Trail e di altri gruppi del genere musicale celtico, organizzando anche stages di danze tradizionali (céilí, solo) nell’ambito di festival, manifestazioni e concerti.

Approfondisce le proprie conoscenze coi componenti del suo gruppo a Torino con l'ex-campionessa mondiale di danze irlandesi Sinead Venables e dal 2009 diventa ballerino ed insegnante dell’Accademia di Danze Irlandesi Gens d’Ys.

 

Paul O'Shaughnessy – Fiddle (violino irlandese)

E’ uno dei violinisti più famosi di questo genere di musica. Nato nella zona nord di Dublino, ha trascorso gran parte della giovinezza in Donegal, dove ha sviluppato e coltivato la passione e il talento per il violino non solo grazie agli insegnamenti di sua madre, Pearl McBride, ma anche per merito di Antoin MacGabhann and John Doherty. In Donegal incontra Frankie Kennedy and Mairéad Ní Mhaonaigh, con cui ha suonato a lungo come membro degli Altan, probabilmente la band di musica tradizionale irlandese più conosciuta nel mondo. Ha inoltre fatto parte dei Beginish, oltre alle collaborazioni con i flautisti Paul McGrattan e Harry Bradley con i quali ha inciso alcuni cd, oltre a quelli solisti, con gli Altan e i Beginish. Oltre ai tour mondiali come musicista, si occupa anche dell’insegnamento del violino tradizionale irlandese: è uno degli insegnanti regolari alla Frankie Kennedy Winter School, alla Willie Clancy Summer School (due delle scuole più rinomate per la musica tradizionale) in Irlanda, e al San Benedetto in Alpe Folkfest.

 

Jason O'Rourke - Concertina

Ha iniziato lo studio del suo strumento, la concertina, da bambino. Trasferitosi a Belfast nel 1991 ha sviluppato un forte legame con il repertorio del Nord Irlanda. E' diventato parte attiva delle session e dei festival sia dell'Ulster che della Repubblica Irlandese ed ha fatto parte di molte importanti band, tra cui ricordiamo il gruppo misto di ballerini e musicisti All Set, per molti anni unici rappresentati di Belfast alle competizioni, con i quali ha compiuto numerose tourneè europee e internazionali. Il suo legame con la Bretagna lo ha portato ad inserire alcuni brani di quell'area nel suo già nutrito repertorio, che ha registrato nei suoi cd, "A Bunch of Keys" e "Roguery Road".

 

Edoardo Falciani - Flauto

Appassionato di musica da sempre, comincia a strimpellare il piano che trova in casa fin da piccolo, a 16 anni s'innamora del blues e impara a suonare l'armonica. Un anno dopo inizia lo studio della chitarra. Questo strumento rimane per più di 10 anni il suo mezzo espressivo, si mette a studiare seriamente chitarra jazz e allo stesso tempo mette su un gruppo di rock anni '70. A causa degli impegni della vita, per 10 anni smette totalmente di suonare.

Per caso s'imbatte nella musica tradizionale irlandese e decide di approfondirne la conoscenza. Acquista un tin whistle e durante una delle numerose ricerche su internet viene a sapere che periodicamente a Livorno si tengono delle sessions. La frequentazione delle serate livornesi alimenta la sua passione e di li a poco passa allo studio del flauto traverso.

Negli ultimi tre anni è stato allievo di Davy Maguire, Maria Rafferty e Brendan O'Hare.

 

Rosy Brondi - Bodhràn (tamburo tradizionale irlandese), voce

Membro fondatore dei Jollybeggars e degli Arìs, gruppi con i quali ha intrapreso e continuato l’esperienza all’interno della musica tradizionale irlandese. Ha approfondito lo studio del repertorio e dello stile vocale tradizionale irlandese con Christine Dowling, Stephanie Makem, Tina McSherry e Mary Mulrine, e ha studiato bodhran con Ray Gallen e Seamus O'Kane. Nel 2008 ha curato un laboratorio di canzoni tradizionali irlandesi a Pisa, e prosegue l’esperienza con un gruppo privato. Segue regolarmente in Irlanda laboratori di studio dei suoi strumenti.

 

Alessandro Capanni - Chitarra

Membro fondatore dei Jollybeggars e degli Arìs, ha da lì iniziato il suo percorso musicale in questo genere, suonando con musicisti irlandesi in numerose occasioni, in Italia e in Irlanda. Cura il gruppo di incontro sulla chitarra ritmica durante il festival irlandese di San Benedetto in Alpe. Ha frequentato stages con Eoghan O'Brien (Deanta), Frank Kilkelly, Jim Byrne (Craobh Rua), Mark Kelly (Altan), Daithi Sproule (Altan etc). Si reca regolarmente in Irlanda per approfondire lo studio del suo strumento.